Il Barter, fondandosi sullo strumento della permuta è assolutamente legale in quanto regolamentato dal nostro Codice Civile mediante l’art. 1552 e seguenti e dal DPR 633/72 e TUIR per gli aspetti fiscali. La dottrina italiana non e` concorde sull`attribuzione di carattere tipico o atipico a questi negozi; taluni affermano infatti che si tratta di «strumenti contrattuali tipici, seppure non esclusivi, degli interscambi commerciali», altri sostengono trattarsi di «contratti atipici per mezzo dei quali una parte si obbliga a prestare beni o servizi e l`altra si obbliga a prestare … altri beni di valore corrispondente».